Dislivello: 700 m
Tempo: 5 ore a/r
Difficoltà: E

Lunghe camminate che iniziano dai pascoli di Passo Godi conducono al Monte Greco e alla Serra Rocca Chiarano. Il percorso che descriviamo qui, invece, si conclude sui 2175 metri della solitaria Rocca Chiarano, meraviglioso e insolito belvedere sull’Abruzzo. Il lungo tratto nel bosco rende l’itinerario adatto anche per le giornate calde. Chi vuol proseguire verso il Greco può seguire l’itinerario 67 (opera di Giuseppe Albrizio) dei Sentieri del Parco Nazionale d’Abruzzo.

L’inizio (1540 m) della strada chiusa da una sbarra che traversa la Selva Bella è a circa 2 km da Passo Godi, in direzione di Villetta Barrea.
A piedi si segue la strada indicata dai segnavia bianco-rossi H1 che entra nel bosco, si alza con due tornanti e prosegue in leggera salita. La seconda metà della strada, pianeggiante o in comoda discesa, porta a uno slargo (1600 m, 1 ora).
Si continua per un sentiero (ancora segnavia H1) che si alza con delle ripide rampe, raggiunge a destra un poggiolo, sale ancora con delle rampe ripide ed esce dalla faggeta in vista dei monti Marsicano e Petroso, e del massiccio della Meta. Un tratto obliquo a destra, sui pascoli e nella faggeta, porta allo Stazzo dell’Affogata (1869 m, 0.45 ore).
Si riparte a sinistra dei muri a secco (segnavia H2), si traversa un pianoro, e poi si traversa a mezza costa un larghissimo vallone. Delle svolte per ampi e solenni pendii portano a un valico (2134 m) dove ci si affaccia sul Monte Greco.
Lasciati i segnavia che scendono per poi risalire a quest’ultima cima, si sale a sinistra a un ometto, si aggirano a sinistra delle rocce, e si continua sui massi della cresta fino alla Rocca Chiarano (2175 m, 1 ora). La discesa per lo stesso itinerario richiede 2.15 ore.