blog

GRAN SASSO: MEMORIE, ELEZIONI E FURBETTI

Nella politica italiana, la correttezza ormai è un bene raro. Scoprire che un libro che ho scritto viene utilizzato in una manifestazione elettorale, senza la mia autorizzazione e senza nemmeno informarmi, dimostra quanto alcuni politici locali possano cadere in basso.

leggi tutto

VIVA IL GIPETO! E VIVA I DIVIETI SENSATI!

Per tutelare la nidificazione del gipeto, una delle specie più rare delle Alpi, il Parco del Gran Paradiso ha vietato il 12 dicembre di salire alcune cascate di ghiaccio. E’ una decisione giusta, che le guide alpine appoggiano. Ma perché non togliere decine di divieti inutili?

leggi tutto

DONALD TRUMP NON HA BLOCCATO IL FILM SU NASIM ESHQI

Le sanzioni USA contro Teheran hanno rischiato di bloccare “Climbing in Iran”, il fil di Francesca Borghetti su Nasim Eshqi. La presenza della parola “Iran” ha fatto bloccare il sistema, e 10.000 euro raccolti con il crowdfunding sono evaporati. Ma il progetto di queste donne coraggiose va avanti.

leggi tutto

FINO ALL’ULTIMO ORSO

Più volte, in questi giorni, ho raccontato dei tre orsi uccisi in Abruzzo dalla stupidità e dall’incuria. Questo è ciò che penso davvero, che non ha trovato posto su nessun giornale.

leggi tutto

MONGINEVRO, L’INFERNO BIANCO DEI MIGRANTI

Per milioni di europei, l’arrivo della neve sulle Alpi è un’ottima notizia. Festeggia chi ama lo sci, lo scialpinismo, le ciaspole. Festeggiano i tanti (maestri, albergatori, addetti agli impianti, guide alpine…) che grazie alla neve lavorano. Per i migranti che tentano di attraversare le montagne, la neve è una sofferenza e un pericolo in più.

leggi tutto

VAL DI FIEMME, IL DRAMMA IGNORATO

Da una delle valli più belle e famose del Trentino, e di tutte le Alpi italiane, arrivano immagini terribili. Boschi abbattuti da venti da uragano, l’Avisio in piena, i ponti crollati. La Val di Fiemme ha bisogno di attenzione e di aiuto, e invece viene ignorata dai media. Che vergogna.

leggi tutto

GIU’ LE MANI DA ETTORE CASTIGLIONI!

Ettore Castiglioni è un personaggio importante della montagna italiana. Il suo impegno dopo l’8 settembre del 1943 per aiutare a espatriare antifascisti ed ebrei, e la sua morte il 12 marzo 1944 sul confine tra Italia e Svizzera dovrebbero essere patrimonio comune degli italiani. Invece il Comune di Ruffré-Mendola ha vietato di sistemare su suolo pubblico un monumento a lui dedicato. E’ un segno di maleducazione e barbarie. Due mali che dilagano nella politica italiana.

leggi tutto

ANDREA LANFRI, SUL MONTE ROSA SENZA GAMBE

Dai 4556 metri del Monte Rosa arriva una straordinaria storia di volontà e di speranza. Andrea Lanfri, classe 1986, toscano di Lucca, ha avuto le gambe amputate a causa della meningite. Nei giorni scorsi è arrivato sulla seconda vetta delle Alpi, ora nei suoi programmi sono l’Aconcagua e l’Everest.

leggi tutto

GRAN SASSO, IL PASTICCIO DELLE FERRATE

Ferrate sì, ferrate no, ferrate forse. Il mio intervento di domenica 22 luglio sulle pagine dell’Abruzzo del “Messaggero” ha sollevato il problema, ed è stato seguito dagli interventi di escursionisti, alpinisti e addetti ai lavori. Purtroppo, però, né la Regione né il Parco hanno ancora fatto sapere una versione ufficiale.

leggi tutto

KARL UNTERKIRCHER, DIECI ANNI DOPO

Sono già passati dieci anni. Il 15 luglio 2008, sulla parete Rakhiot del Nanga Parbat, moriva cadendo in un crepaccio il trentottenne Karl Unterkircher, uno dei migliori alpinisti altoatesini e italiani moderni. Quest’anno, il premio che ne celebra la memoria è stato assegnato a Tamara Lunger, Simone Moro, Alì Sadpara e Alex Txikon per la prima ascensione invernale del Nanga, compiuta nel febbraio 2016.

leggi tutto

PARCO D’ABRUZZO, DIVIETI GIUSTI E SBAGLIATI

Quando si pubblica una guida ai sentieri di un’area protetta, si prende di fatto posizione sul suo modo di gestire i sentieri. Il Parco d’Abruzzo, Lazio e Molise, nei confronti degli escursionisti, ha una politica piena di contraddizioni. Ecco qualche riflessione, e le scelte che ho fatto (insieme all’editore) nella guida.

leggi tutto

ARQUATA DEL TRONTO, RINASCE IL RIFUGIO DEGLI ALPINI

Per decenni il Rifugio degli Alpini ha accolto gli escursionisti, gli alpinisti e i frequentatori invernali dei Monti Sibillini sui 1536 metri di Forca di Presta. Nell’autunno del 2016, i violenti terremoti che hanno colpito il massiccio lo hanno reso inagibile. Da qualche settimana, finalmente, il nuovo Rifugio degli Alpini ha riaperto a Pretare, frazione di Arquata del Tronto.

leggi tutto

PRESIDENTE KOMPATSCHER, GIU’ LE MANI DAL LUPO!

Per risolvere i problemi delle Alpi bisogna riaprire la caccia al lupo. E’ questa la ricetta dei presidenti di dieci tra le regioni più ricche d’Europa, riuniti il 29 giugno scorso a Scuol, in Engadina. Tra di loro, il più convinto è Arno Kompatscher, presidente della Provincia autonoma di Bolzano. Se accadrà, sarà un enorme passo indietro per la protezione della natura sulle Alpi.

leggi tutto

PRATI DI TIVO, LA GUERRA DEGLI O’BELLX

Il nome rimanda al personaggio dei fumetti. Obelix, l’amico del cuore di Asterix, il gallo che trasporta menhir e prende a pugni i romani. Gli oggetti di cui si discute ai Prati di Tivo si chiamano in realtà O’Bellx. Sono delle campane metalliche capaci di produrre esplosioni, e di far staccare la neve dai pendii prima che questa si accumuli creando delle valanghe potenzialmente rovinose. Sulle Alpi e sui Pirenei si installano. In Abruzzo sono un’occasione per litigare.

leggi tutto

MASSIMO DELL’ORSO, UCCISO DA TERREMOTO E BUROCRAZIA

Si è tolto la vita ad Alba Adriatica, nella notte tra il 30 aprile e il 1 maggio, Massimo Dell’Orso, responsabile del Centro Faunistico del Parco Nazionale dei Sibillini, e proprietario con la moglie Stefania Servili di tre piccoli bed & breakfast. Le cause? Il terremoto, certamente, e la burocrazia che ha impedito alla coppia di riavvicinarsi a casa. Si vuole davvero la rinascita dei borghi dei Sibillini?

leggi tutto